MARTEDì 25 OTTOBRE 2011, ORE 19 : IL CORPO FEMMINILE E LA SUA RAPPRESENTAZIONE NELLA SOCIETà – INCONTRO E PROIEZIONE DEL FILM MOOLADè

Martedì 25 ottobre 2011 alle 19 in via Montesanto 28 a Cagliari, l’Associazione Sunugaal in collaborazione con il Circolo del Cinema Laboratorio Ventotto vi invitano all’incontro con Valentina OrigaIl corpo femminile e la sua rappresentazione nella società” organizzato all’interno della rassegna SGUARDO SULL’AFRICA SUBSAHARIANA. Rassegna di letteratura e cinema tra identità e affermazione femminile.

Seguirà alle 20.30 la proiezione del film “Mooladé” di Ousmane Sembene (Senegal | Francia, 2004, 117′)

 

 

 

 

Il termine Mooladé significa protezione, ed è proprio protezione quella che viene offerta a quattro bimbe che scappano dal rito dell’infibulazione e si rifugiano presso una donna, Collé Ardo, che sette anni prima aveva impedito che a sua figlia venisse inflitta tale mutilazione, che lei considera una pratica barbara. In un villaggio africano due tradizioni, due “giustizie” si affrontano, due tradizioni si scontrano: il rispetto del diritto d’asilo (il Moolaadé) e l’antica pratica dell’escissione (la Salindé).

Girato in Burkina Faso in realtà potrebbe rappresentare qualsiasi nazione africana. Moolaadé è un film africano, regista africano, produzione africana. È stato distribuito e ha ricevuto premi in tutto il mondo. È il semplice e potentissimo racconto di una voce africana che parla di Africa, donne e pregiudizio. Più dei documenti ufficiali, stilati dalle volonterose organizzazioni umanitarie occidentali, ci mostra la barbarie che mutila i corpi, ma suggerisce che una soluzione va cercata nelle immense risorse sociali di un continente. Africa non è solo fame, disperazione e violenza. È anche tradizione, valori, intraprendenza e coraggio, ricchezze umane inestinguibi.Ousmane Sembene – pioniere senegalese del cinema africano – vince con Moolaadè la sezione Un certain regard a Cannes, edizione 2004.

 

 

 

 


 

Sguardo sull’Africa subsahariana
Associazione Sunugaal
Circolo del Cinema Laboratorio Ventotto

 

 

Edited by www.ocos.altervista.org