SABATO 16 FEBBRAIO 2018, ORE 18.30 : EVADERE DALL’EVASIONE. I CANTACRONACHE 1958-2018 : PROIEZIONE E CONCERTO

Sabato 16 febbraio al Circolo del Cinema Laboratorio Ventotto in via Montesanto 28 a Cagliari, ospitiamo insieme al Cenacolo di Ares una serata dedicata ai Cantacronache:  alle 18.30 verrà proiettato il documentario “CANTACRONACHE 1958-1962 Politica e protesta in musica” di Elisa Dondi, Sandra Cassanelli, Michele Bentini, Chiara Ferrari, Liviana Davì, Alice Tonini, Rossella Fabbri, Sara Macori (Italia 2011, 50′); a seguire ospiteremo il concerto “NUOVO CANTACRONACHE 4” con Igor Lampis (voce e chitarra) e Massimiliano Viani (violino), introdotto dallaa presentazione del progetto “Nuovo Cantacronache” in compagnia di Ivo Murgia.

CANTACRONACHE 1958-1962. Politica e protesta in musica // Il documentario è nato nel contesto del Master in Comunicazione storica dell’Università di Bologna con l’obiettivo di raccontare una breve storia dell’Italia, dal ’58 al ’62, gli anni del boom economico, attraverso fonti insolite, ovvero le canzoni di Cantacronache che svelano una realtà inedita, il lato più oscuro di quel miracolo economico, visto dalla parte di chi lo ha subito. [trailer]

NUOVO CANTACRONACHE 4 // Dal gruppo torinese che si proponeva di “evadere dall’evasione”, Igor Lampis raccoglie il testimone del rigore programmatico, del taglio narrativo, della versificazione incalzante in rima baciata, dell’osservazione acuta che si fa invettiva, tra sberleffo e dramma, declinando il tutto con un’attitudine punk che schiaffeggia in maniera provocatoria il belcanto, le buone maniere e qualsiasi deriva estetizzante per dire con schiettezza vino al vino e pane al pane. Igor Lampis narra con il piglio del cantastorie l’epopea sommersa della gente comune, quella che se la passa male, quella che si arrangia di lavoro in lavoro, vessata dall’opprimente assenza dello Stato. La sua è la voce del guastafeste che canta fuori dal coro: la voce di chi rifiuta l’omologazione, di chi sceglie traiettorie sghembe, di chi conosce la dolente bellezza dei margini, ben sapendo che “dai diamanti non nasce niente”. >>

L’ingresso è libero con la tessera 2019 di Laboratorio28; il costo è 2,50 euro per disoccupat* precari* under30 / 5 euro la quota ordinaria. Portiamo anche un pò di vino, pane e formaggio, così per gradire. Ci saranno anche i dischi e libri del Cenacolo di Ares, per chi volesse approfittarne.

info

Evadere dall’evasione_Cantacronache1958-2008

Circolo del Cinema Laboratorio Ventotto

Cenacolo di Ares

Igor StravyPaz Lampis

La serata è organizzata all’interno della rassegna “PREFERIREI DI NO. La disobbedienza al cinema” realizzata con il contributo della R.A.S. Ass. Pubbl. Istruzione, Beni Culturali, Informazione e Sport.

Edited by www.ocos.altervista.org